Tutto cominciò con lo scambio tra un asino e un vigneto: era il 1819 Maurizio Ferraro permutò un asino (bene prezioso per quei tempi) con un pezzetto di terra coltivato a vigna. Nasceva così e c'è tanto di atto notarile a testimoniarlo, la casa vinicola Ferraro, oggi gestita dal bis-bis nipote del vignaiolo.
Nel 1913 la grave epidemia della fillossera costrinse la famiglia Ferraro ad emigrare in America. Soltando Pietro nonno di Maurizio, all'età di quattordici anni, sfido' la sorte avversa e decise di rimanere a Montemagno e salvaguardare i vigneti di proprietà.
La sua scelta si rivelo'vincente perchè l'azienda supero' la crisi e prospero'.Ad oggi la situazione in campagna è di nuovo difficile a causa dello sviluppo della flavescenza ma Maurizio, enotecnico diplomato ad Alba, forte dell'esperienza dei suoi avi combatte ogni giorno per la sopravvivenza delle sue amate vigne. La grande passione di Maurizio per il suo lavoro ha prodotto vini unici, in netto dissenso con la standardizzazione e l'omologazione della maggior parte dei vini in commercio.
"Un vino così ottenuto acquista un valevole significato anche come integratore alimentare e un meritevole inserimento nella dietetica clinica, in quanto esalta le qualità medicamentose dell'uva." (Vino senza solfiti -Valeria Colombo-Terra Nuova N^235-2009).
La cura e lo studio diretto sul campo hanno portato Maurizio a scegliere di avvicinarsi nel 2001 al biologico, per rispettare l'ecosistema e perseguire un bilancio positivo all'ambiente.
Nel 2006 Maurizio Ferraro ha apportato un'altra grande novità alla sua linea produttiva con i vini senza solfiti aggiunti, che sono ormai diventati il "marchio di fabbrica"dell'Azienda Ferraro.

It all started with the barter of a donkey for a Vineyard. It is was 1819 and Maurizio Ferraro bartered a donkey (a precious belonging for those times) with a little plot of land where vines grew. That was how the Ferraro Vineyard was born. Today it is run by the great, great, great nephew of the Knight-vines-grower, who bears the same name. Maurizio, oenologist qualified in Alba (Langhe-Piedmont-Italy) runs the family business with great devotion and passion, an innovative and personal way, standing out in Italian agriculture for his choices, which are sometimes considered ortodox. Maurizio’s wines are a reflection of himself: unique , disagreeing with the standardization of the must part of the wines on sale.

Go to top